Il compromesso storico di Berlinguer . Contributo ad una interpretazione

education-books
di Gianni Ferrara – 1. La parolEnrico Berlinguera “compromesso” ha segnato due volte la storia del PCI. Si può pensare che la ragione di questa ricorrenza sia da attribuire all’essere il compromesso un topos centrale della politica e quindi della democrazia moderna. Perché si connette al conflitto del quale è sospensione, cadenza, soluzione più o meno equa, più o meno duratura. Percorre la storia d’Italia come quella di ogni altra Nazione. Se ne tratta in questa sede partendo da alcune premesse.

Va innanzitutto ricordato che il termine compromesso fu usato negli anni 1948-1950 in polemica col PCI per degradare sia il contributo di questo partito alla ideazione, determinazione e formulazione della Costituzione della Repubblica sia la Costituzione stessa. Suonava come cedimento o come mascheramento. A rispondere provvide Togliatti spiegando che c’era stata “una confluenza di due grandi correnti: del solidarismo umano e sociale della sinistra e del solidarismo di altra origine (cristiano-sociale)” che arrivava “nell’impostazione e soluzione concreta di diversi aspetti del problema costituzionale a risultati analoghi” della sua parte politica”. Aggiungendo che “definire come compromesso questa confluenza significa non comprendere che si sia trattato di qualcosa di molto più nobile ed elevato e cioè della ricerca di quella unità che è necessaria per poter fare la Costituzione non dell’una o dell’altra ideologia, ma la Costituzione di tutti i lavoratori italiani e, quindi, di tutta la Nazione”. Per quanto poteva poi attenere al termine “compromesso”, Togliatti lo usò immediatamente dopo qualificando “deteriore” quello raggiunto nel formulare alcune disposizioni della Carta costituzionale. Era quanto mai rigoroso il linguaggio di Togliatti. L’aggettivazione che adoperava non era mai meramente iterativa del significato dei sostantivi cui si riferiva. Si potrebbe supporre perciò che, tra la nobiltà e l’altezza della “confluenza nella ricerca dell’unità per fare la Costituzione ….. di tutta la Nazione” e quello “deteriore”, il compromesso senza aggettivo si collochi in uno spazio mediale, risultando in sé non deprecabile, non ignobile.  Leggi tutto e scarica il testo integrale dal link che segue