Futura Umanità a fianco dei militanti di Action per il diritto alla casa

Futura Umanità a fianco dei militanti di Action in sciopero della fame da dieci giorni contro la delibera del commissario Tronca che annuncia nuovi sgomberi.
Futura Umanità, associazione per la storia e la memoria del Pci, è a fianco di Action Diritti in Movimento e dei 23 attivisti che hanno adottato una forma di lotta estrema come lo sciopero della fame per difendere il diritto all’abitare. Gli occupanti di via Santa Croce in Gerusalemme protestano contro le riprovevoli iniziative del commissario di Roma Tronca, che invece di assicurare un alloggio a chi non ce l’ha, sgombra intere famiglie da locali in disuso in cui i senzacasa hanno trovato ricovero, impedendo l’attuazione del piano straordinario per l’emergenza abitativa adottato dalla Regione Lazio. Per di più il commissario Tronca si rifiuta anche solo di incontrare i movimenti per la casa e di aprire una qualsiasi forma di trattativa o mediazione. Una chiusura inspiegabile e immotivata, come se a Roma non esistesse un’emergenza abitativa. Eppure sono ben 20mila gli sfratti in esecuzione nella Capitale, 6mila le famiglie co-strette ad occupare, 5mila quelle ospitate nei residence del comune; mentre il 90% delle sentenze di sfratto è per morosità incolpevole. E’ necessaria una mobilitazione ampia e unitaria perché questa vergogna finisca!
Futura Umanità ribadisce la propria solidarietà e il proprio sostegno nei confronti di chi in prima persona, con lo sciopero della fame, sta conducendo una battaglia di civiltà per l’attuazione di un diritto costituzionalmente garantito.

13267772_10153521836125952_7121421321803365104_n